Zone de Texte: Nicola Corelli è nato a Verona nel 1959.
  Fin da bambino dimostrava familiarità con il disegno e ricopiava ogni soggetto si presentasse davanti agli occhi con destrezza e facilità. Era mosso da un istinto più che da un desiderio reale di espressione. Data la giovane età, viveva nell’incoscienza di quello che faceva e il disegnare rimaneva un gioco del tempo libero. 
Studiò alla Scuola d’Arte e all’Istituto Grafico della sua città consigliato dai genitori che avevano riconosciuto in quei disegni il segno di un talento. Dopo breve tempo abbandonò gli studi, poichè era insoddisfatto e demotivato da quei corsi che lo annoiavano e gli toglievano il gusto di disegnare. 
Si stancava presto di studiare tecniche che sentiva lontane. L’unico aspetto che catturava il suo essere era l’esecuzione dei lavori. Gli riusciva con facilità e non si rendeva conto che era la condizione di libertà che viveva in quei momenti a spingere la sua mano. Le scuole frequentate non riuscivano a risvegliare in lui niente di più di ciò che già esisteva. 
Negli anni che seguirono trovò impieghi in strutture che gli permisero di non scordare mai il proprio intimo e il desiderio di immortalare le proprie espressioni. 
Questa necessità che sempre avvertiva prepotente lo teneva saldo a se stesso e lo guidava nello sperimentare la propria arte lungo percorsi innovativi e contrari a ciò che gli era stato insegnato durante gli studi. 
Nel corso degli anni si allontanava sempre più dalle tecniche classiche del disegno ed esprimeva il suo sentire usando come strumento il più semplice e impensato. Disegnava usando la penna a sfera ma sapeva imprimere al segno quello stesso sentimento che sentiva nascere nell’anima. 
Riducendo infatti gli strumenti all’essenziale, l’attenzione rimane concentrata solo sull’espressione diretta ed essa, scevra da ogni gioco o astuzia tecnica, libera dagli schemi che limitano la spontaneità è protesa solamente a delineare l’idea nella sua essenza. 
Il disegno del Corelli nel corso degli anni è gradualmente mutato fino a somigliare ad una scultura. Egli sa armonizzare il tono dell’ inchiostro in modo tale da riuscire a raggiungere una rotondità di forme tale, così da ottenere un effetto in tutto e per tutto simile alla tridimensionalità. 
L’inchiostro scava nella carta bianca fino a liberare quelle forme che brillano di luce propria, riflettendo l’intimo sentire dell’artista. La libertà di esprimere se stesso attraverso queste linee sinuose rimane la sua necessità prima. 
Lo studio del Corelli resta fermo nel suo scopo e cioè la necessità di ritrarre il proprio intimo sentire. 
La sua è una sorta di meditazione ed egli non desiste dal dare forma ai suoi spazi intimi per cedere a tentazioni estetiche. Sfugge ad ogni moda e non si ispira a nessuna corrente artistica. La tecnica nasce da spontanei voli dell’anima e il segno ricalca il fluttuare dello spirito, non ancora liberato dalla materia. I suoi lavori sono rimasti sconosciuti al pubblico per molti anni. L’artista non si preoccupava di mostrarli e la produzione pareva destinata a rimanere celata poichè egli era intento solo alla loro creazione. Egli infatti crede all’arte principalmente come all’espressione di una idea geniale, di un sentimento vero e autentico e nel momento in cui la si sottopone a regole di commercio perde la sostanza, viene piegata, manomessa, intristita al servizio di chi è disposto a pagarla. 
Infine un viaggio in Australia diede la svolta impensata. Cominciò ad avvertire il desiderio di far partecipare le persone a quel suo vibrare e i risultati lo motivano a proseguire nella promozione dei lavori, che a detta dei più, hanno l’originalità necessaria affinchè le persone si soffermino intimamente là da dove spesso fuggono. 
Ha ottenuto riconoscimenti e consensi e ha catturato l’attenzione di coloro che ha incontrato lungo il percorso intrapreso. Ora è deciso a continuare la sua promozione artistica affinchè chiunque possa conoscere il suo lavoro.  
Zone de Texte: All documents in this website are Copyright YumeVision
E-mail: info@yumevision.com     24h phone : +44 (0)7092 25 66 10
HiRes image download via www.my.photoshelter.com/yumevision
Zone de Texte: All documents in this website are Copyright YumeVision
E-mail: info@yumevision.com     24h phone : +44 (0)7092 25 66 10
HiRes image download via www.my.photoshelter.com/yumevision

 Next >

Zone de Texte: Welcome to the world of
Nicola Corelli